Post

Once upon a time - Witch Hunt

Immagine
In questa puntata della terzaserie vediamo Emma alle prese con il nuovo “caso”: scoprire chi ha lanciato la nuova maledizione che ha riportato tutti a Storybrook cancellando un anno di ricordi dalle loro menti. Naturalmente il primo sospetto ricade sulla Evil Queen, la quale non esita a mettere in chiaro che non ci avrebbe guadagnato niente. Già perché un mistero altrettanto importante da risolvere è capire perché questa maledizione sia stata lanciata. In questo clima di sospetto caratterizato da persone scomparse tramutate in scimmie volanti chi non riesce proprio a diffidare degli sconosciuti è Snowhite. Spendiamo due parole per parlare di quanto snow sia ingenua,tanto per usare un eufemismo. Proprio quando pensi che dopo tre stagioni il personaggio sia cresciuto, maturato e abbia capito che la “credulonaggine” ,scusate il neologismo, non è proprio “the best policy” ecco che ti rendi conto che come nella vita reale alla stupidità non c’è mai limite. Il fatto che Snow sia un personag…

NEMICO, AMICO, AMANTE. Alice Munro at last.

Immagine
Not exactly my cup of tea. 
E lo dico anche con un certo rammarico perché avrei sinceramente voluto apprezzare questa raccolta di racconti più di quanto abbia fatto, ma già mentre leggevo questo volume una serpeggiante delusione rimaneva sempre,o quasi, sottotraccia e costante e alla fine di questa lettura che ho dovuto, non voluto, centellinare nell’arco di cinque mesi è ancora la sensazione principale. Aspettavo di leggere la Munro da almeno tre anni, quindi come talvolta succede, le mie aspettative a riguardo erano altissime e per questo la caduta è stata più rovinosa, avessi letto questo libro senza preconcetti e attese probabilmente l’avrei goduto di più, invece a ogni pagina ero sempre lì in attesa di un balzo, di una svolta che me lo facesse adorare,  ma niente. 
Non sto dicendo che la Munro non è brava, anzi tutt’altro, vista la quasi totale assenza di intreccio se i racconti fossero stati scritti da una scrittrice qualunque non li avrei nemmeno finiti. Le riconosco un’indubbia …

Once upon a time - Review

Immagine
Dopo una prima serie un pò altalenante con numerosi alti è bassi, soprattutto nella parte centrale, sembra che Once upon a time abbia finalmente spiccato il volo a partire dagli ultimi episodi della prima stagione e continuando in quest'ottima direzione nella prima parte della seconda che sta attualmente andando in onda negli Stati Uniti e verrà a breve trasmessa anche in Italia sul satellitare.
Direi quindi che dopo un lieve tentennamento la serie ha di nuovo conquistato il mio favore.
Ciò che a mio parere aveva un pò indebolito la prima serie era stata la mancanza di subplot efficaci che si intrecciassero con successo, facendo risultare diversi episodi un pò piatti.
Ora però si può ritenere questo inconveniente del tutto accantonato e ora ogni episodio scivola via per tutta la sua durata con un timing quasi perfetto, mantenendo alto il livello d'attenzione dello spettatore.
In questa seconda stagione Emma, dopo aver spezzato la maledizione, si ritrova catapultata nel mondo delle…

La memoria del cuore

Immagine
E' senz'altro ammirevole come questa coppia sia riuscita a ricostruire la propria vita insieme dal nulla, rinnovando pian piano i sentimenti che nutrivano l’uno verso l’altra cercando di mantenere fede alla promessa matrimoniale che si erano scambiati solo due mesi prima, ma,a parte questo, nel libro non c’è veramente molto se non il ricorrente per non dire ridondante riferimento al grandissimo miracolo di cui sono stati testimoni. A mio parere la storia è stata raccontata qui in maniera un po’ generica e a lettura ultimata posso dire che non mi è rimasto dentro granchè . Ciò che mi ha data un pò fastidio in questo libro è la vena di fatalismo che percorre tutta la storia. Capisco che questa vicenda sia successa a persone reali che quindi hanno voluto dare molto risalto a ciò che secondo il loro parere è stato un aspetto fondamentale della loro vita prima, durante e dopo l’incidente cioè la fede, l’affidarsi completamente e senza riserve a Dio, e questo io lo rispetto ma ho tr…

Riflesso di un giorno

Immagine
E ti sentivi anche autorizzato a scansare per un attimo il calice della giovinezza giustificandoti  dicendo - ne berrò più tardi-  perché il presente e il futuro sembrano mischiarsi insieme e non finire mai, in una linea retta che si sfuoca all’orizzonte. Perché c’è tempo per aspettare, per sperare, per agire per sognare, c’è tempo per tutto quando si è giovani anche per rimandare, perché il dopo sembra eterno.Pianificare ha un sapore così dolce, un sapore di aspettative, di fiducia, quel genere di fede che ti colma il cuore e ti rinfranca, che ti fa chiudere gli occhi sereno e con il sorriso sulle labbra.Non hai solo il presente hai anche il futuro, entrambi tuoi, entrambi insieme, e io li ho confusi, mischiati  nel gioco della vita, ne ho fatto l’uno lo specchio dell’altro, intrappolando il mio oggi in un eterno domani. -ary- http://www.carolberry.com/intertwine.htm

Florence + the machine

Immagine
 Florence Welch has become my new goddess.
A term I find particularly suitable for her.  She’s by far my favorite female singer. I just love the sound of her voice so deep and silvery, a pleasure to listen to.  Moreover her songs have something ancestral and profoundly fascinating.
I first heard of her probably two years ago when I listened to her cover of “You got the love” but on the spur of the moment I actually preferred the original version  so I didn’t give her much attention. Then I started to appreciate her last year when  I found out that the beautiful song I had listen to while watching the trailer of  “Water for elephants” was “Cosmic Love”. And now after having listened,with an unforgivable delay, her last album I can undoubtedly state that I’m really keen on her music, and "Cerimonials" is just perfect, a work of art! I love almost every track on this album. 
Listening to her songs really makes my days lately.




Il caso Jane Eyre

Immagine
Per un lettore l’idea di poter saltar dentro un libro o una poesia è di per sé estremamente affascinante e intrigante, e a me è bastato questo per convincermi che valeva la pena intraprendere la serie creata da Jasper Fforde. Chi di noi non ha mai desiderato almeno una volta potersi ritrovare in quegli ambienti descritti in un libro tanto amato, conoscerne i protagonisti e magari vivere la storia con loro! Sarebbe assolutamente fantastico se potesse accadere davvero come succede a Thursday Next, il personaggio principale del libro, che da bambina è riuscita ad entrare nel romanzo di Charlotte Bronte “Jane Eyre” proprio nel momento in cui Rochester e Jane si incontravano per la prima volta, modificandone anche un po’ la circostanza.  Da quel momento però sono passati tanti anni e Thursday ormai adulta attribuisce quell’evento speciale soltanto alla fervida immaginazione di una bambina affascinata dalla letteratura. Ora la donna, dopo aver combattuto in Crimea, perché nel mondo di Thurs…