Leggere ci rende più ricchi

Credo che la letteratura serva a sviluppare il nostro spirito critico e ad accrescere la nostra capacità di giudizio, sia nel bene che nel male. Perché con i libri abbiamo l’opportunità di confrontare noi stessi con un’infinita varietà di mondi e modi di essere, abbiamo il privilegio assoluto di entrare nella mente di una persona, anche se si tratta di un personaggio artefatto, di carta (cosa che non toglie loro né dignità né tantomeno importanza), e in questo modo possiamo capire le ragioni che lo spingono ad essere o ad agire in un determinato modo e magari comprendiamo che talvolta dietro comportamenti che pensavamo essere del tutto ingiusti, ci sono delle sfumature, delle ragioni, delle cause che non li rendono poi così condannabili, o viceversa grazie ai libri possiamo scoprire la meschinità e la povertà morale che si nascondono sotto atteggiamenti apparentemente del tutto irreprensibili, perciò credo che la letteratura ci dia una grande occasione non solo di conoscere noi stessi ma anche il mondo che ci circonda, ci apre gli occhi ci rende più consapevoli, più ricchi e completi.

Commenti

  1. Condivido il tuo pensiero, saggia riflessione la tua.
    ciao

    RispondiElimina

Posta un commento

Post popolari in questo blog

Analisi della poesia "LA GINESTRA" di Giacomo Leopardi

“LEZIONE D’ANATOMIA” Arrigo Boito

Analisi Canto notturno